La sua [infame] strategia è sempre la stessa. Perché ci cadiamo sempre?…

La Tradizione della Chiesa insegna che il peccato delle origini fu “remote” (remotamente) di superbia e “proxime” (prossimamente) di disobbedienza, cioè il peccato dei progenitori fu un atto di disobbedienza al comando di Dio mosso ed alimentato da un previo moto di superbia dell'anima. A ben pensarci però – e per attualizzare l'evento delle origini da cui prende le mosse tutto il male del mondo e senza il quale non può spiegarsi nulla di ciò che vi avviene – il demonio ovvero il serpente propose alla donna una sola cosa, non più di una. Quale? La “parola magica”, distorta e propinata in tutti i modi da quei Pastori che hanno perso ormai la bussola della verità; una sola parolina ma davvero “serpentina”: discernimento. Di questo e altro ho parlato in questa mia recente trasmissione radio. Continua...

I Tempi di Maria: vi parlo del mistero mariano che salva il mondo…

Il concetto di “TEMPI DI MARIA” è programmatico e diventa sinonimo dell’importanza delle apparizioni mariane nel nostro tempo. Personalmente credo profondamente in questo progetto del Cielo che si manifesta per mezzo della Beata vergine Maria e, di conseguenza, credo nell’importanza della consacrazione a Lei che, per quanto mi riguarda, vivo da diversi anni. Nella speranza di riuscire ad offrirvi qualche fioca luce del mistero, vi invito ad ascoltare questo mio intervento. A tutti auguro un proficuo ascolto. Continua...

AD 2019 è iniziato: attenti al “profetico avvertimento” sull’Anticristo

Il Cardinal Giacomo Biffi, Vescovo emerito di Bologna, è stato un grande estimatore di Solovëv, pensatore russo della seconda metà del XIX secolo, raccogliendone un ammonimento profetico che mi pare di qualche rilevanza per la cristianità dei nostri giorni; un ammonimento che è espresso nell'ultima opera da lui lasciata: I tre dialoghi sulla guerra, il progresso, la fine della storia universale e il racconto dell'Anticristo; un ammonimento che potrebbe appunto essere espresso con queste parole: Attenti all'Anticristo! Presento in questa trasmissione (Radio Buon Consiglio, 3.12.2019) una sintesi ricca di suggestioni teologiche e spirituali. Continua...

Ha profetato?… E come negarlo?!? [e questa profezia ci sta davanti…]

Il romanzo di Robert Hugh Benson "L'alba di tutto" scritto qualche anno dopo il suo più noto "Il Padrone del mondo" ha un aspetto di grande interesse perché se è vero che la storia ci mostra che l’umanità ha preso la “via A” (quella della Rivoluzione), quella delineata ne Il Padrone del mondo con le conseguenze che ne sono poi derivate, la “via B” (quella della Controrivoluzione) che non può ormai più essere il frutto di una libera scelta dell’uomo alternativa alla prima, può però – anzi sarà di certo – la via della restaurazione che risulterà da un diretto intervento di Dio nella storia con cui, alla fine, realizzerà la sua promessa relativa all’instaurazione del regno del Cuore Immacolato. Continua...

Fatima e l’Islam: profezia implicita della sconfitta del “falso profeta” e dei suoi aderenti

“Perché fu scelta dalla Madonna proprio Fatima, questo villaggio che porta il nome di una donna una volta musulmana e poi sinceramente cattolica?”, ci chiediamo anche: “La conversione di quella fanciulla è forse paradigmatica di un evento ben più grandioso di conversione che non interessi semplicemente una singola musulmana ma un intero popolo, credente in un ‘dio che non salva’ ” (Cf Sal 114)? Continua...

“Il Padrone del mondo… Cosa c’entra un ex anglicano (R. H. Benson, † 1914) con l’apostasia attuale e il Trionfo del Cuore Immacolato?

In questa mia radiotrasmissione (RBC, 15.11.2018) ho provato ad illuminare brevemente l’attualità del genio narrativo e profetico di Robert H. Benson, ex sacerdote e prete anglicano convertitosi, nel 1904, al Cattolicesimo. La sua figura è splendida i tutti in sensi, sia per quanto riguarda la sua vicenda personale che per quanto riguarda la sua attività ministeriale e apostolica (prediche, conferenze, scritti). Continua...