Rivelazioni private: ci si può fidare? La parola ad un teologo Francescano dell’Immacolata

Non si può di certo condannare la condiscendenza divina che, sin dai primi tempi, ha voluto confermare la Rivelazione pubblica e corroborare la fede dei cristiani con il dono di varie e molteplici rivelazioni private. Non si può nemmeno condannare la Chiesa che in diversi casi si è espressa a favore della loro autentica soprannaturalità. Soprattutto, non si può condannare la Scrittura la quale, con il profeta Gioele, annunciava un tempo futuro, che è il nostro, in cui le visioni saranno il segno dello Spirito Santo, effuso con abbondanza sul popolo di Dio. Continua...